Il portale della musica Indie italiana

Vera Serova lo aveva capito ed infatti aveva dato vita ad un’azione legale nel 2014, a causa del disco postumo “Michael” che la Sony aveva pubblicato 8 anni fa.

In quel disco erano contenuti 3 brani inediti: “Breaking News”, “Keep Your Head Up” e “Monster”.

Quei brani però, non sono autentici. A cantarli è Jason Malachi, imitatore del compianto Re del Pop.

La Sony, che oggi ha pubblicamente ammesso che i tre brani sono dei falsi, si è scusata dicendo di aver acquistato le canzoni dai produttori, Eddie Cascio e James Porte, e dalla casa di produzione Angelikson Productions LLC, sulla fiducia.

L’azione legale della Serova, chiamava in causa proprio i due produttori, che non sono mai riusciti a provare che Jackson fosse coinvolto nella registrazione o nella stesura di questi brani.

Un bel problema per la Sony che ora, dovrà aspettare il verdetto del giudice che dovrà decidere se le responsabilità della frode dovranno ricadere solo su Cascio e Porte, o se invece interesseranno anche l’etichetta.