Passa ai contenuti principali

Una canzone che spiega (o non spiega) l'amore per la propria squadra di calcio

Molte canzoni sono state scritte sullo sport, ma questa ha una caratteristica particolare, sembra quasi un dialogo, un ragazzo che spiega alla propria ragazza (o a se stesso) l'insensatezza e la forza che c'è dietro la passione per la propria squadra

forza roma

IO NON AMO PARLARE D’AMORE
SO’ UNO CHE ORMAI MANCO CE CREDE
E TE CAPISCO PERCHÉ MANCO IO
ULTIMAMENTE LO RIESCO A CAPIRE

PERCHÉ ALLA FINE STO SEMPRE QUA
CHE VORREI FA… MA STO FERMO A GUARDÀ
UNDICI SCEMI APPRESSO A UN PALLONE
CHE A VOLTE GIURO ME SENTO ‘N COJONE



APPUNTAMENTI ED IMPEGNI SPOSTATI
PEZZI DE VITA RIPROGRAMMATI
PE’ STE DU ORE DE BELLE SPERANZE
CHE VANNO A SPASSO E RITORNANO SCALZE

E ME RIPETO CHE È SOLTANTO UN GIOCO
UNO SPETTACOLO CHE VALE POCO
NON SAI LE VOLTE CHE HO DETTO “MO BASTA”
MA ERA INTENZIONE E INTENZIONE È RIMASTA

AGOSTO È ER MESE DO TORNO BAMBINO
SO SEMPRE I ROSSI A BILIARDINO
ESULTO COME SE AVESSI SEGNATO
SOTTO LA CURVA ALL’ULTIMO MINUTO

MA POI OGNI VOLTA È SOLTANTO UN MOMENTO
DIVENTA RABBIA QUER CHE ERA FOMENTO
MA QUALE CINEMA QUALE SERATA
ME RODE ER CULO ,AMORE MIO FALLA FINITA!

CO’ QUANTI AMICI HO PORTATO STA CROCE
CO’ QUANTI ESTRANEI HO URLATO A GRAN VOCE
A QUANTE DONNE HO DOVUTO SPIEGÀ
CHE SE CE CRESCI ‘N SE PO’ ABBANDONÀ

QUESTA PASSIONE CHE SPESSO CE FREGA
CHE NON SE SCEJE E MANCO SE SPIEGA
POI CAMBIÀ DONNE AUTOMOBILI E CASE
LEI NUN LA LASCI PURE SE ‘N TE PIACE


E FORSE È PROPRIO PERCHÉ È ‘N’ILLUSIONE
CHE TREMA E ‘N’ CROLLA MAI ST’EMOZIONE
LA VEDI ADDOSSO A TUO PADRE E TU, FIGLIO
LA PIJI PE’ BONA COME FOSSE UN CONSIGLIO

MA POI IN FONDO DE CHE STO A PARLÀ
SU ‘STO DIVANO DA SOLO A PENSÀ
BEVO UN BORGHETTI E PARTE IL MIO FILM
MI TROVO ALLO STADIO PURE SE STO QUI

VEDO I FUMOGENI SENTO L’ODORE
ME SENTO VIVO ME CAMBIA L’UMORE
PE’ STO QUALCOSA CHE NON ME CONVIENE
CHE NON È MIO PERÒ M’APPARTIENE

IO NON AMO PARLARE D’AMORE
SO’ UNO CHE ORMAI MANCO CE CREDE
MA SEMMAI UN GIORNO IO FINISSI IN COMA
PROVATEME A SUSSURRÀ… “FORZA 
ROMA”







Post popolari in questo blog

LODOVICO GUENZI de "Lo Stato Sociale" risponde a 6 domande scomode

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Il lato positivo, musica o non musica, è fare il cazzo che ti pare.  Ecco, questa cosa difficilmente ti viene perdonata.
2) I talent sono spesso criticati ma a tuo giudizio, perché riscuotono tanto successo? Beh è lo stesso principio per cui ha senso un reality, ad esempio. Metti in campo l'umanità e il quotidiano, la fragilità e il sogno e la stendi nelle fasi in cui nasce e cresce. E poi chiunque ama giudicare, e niente ti fa sentire più sereno nel giudicare del mettere degli artisti in un contesto scolastico. Poi la realtà è che il rock'n'roll lo fai proprio per non andare a scuola, per non avere nessuno che ti dice come devi essere, come ti devi vestire o muovere o parlare. Per questo agisce davvero nelle vite delle persone, perché è una pratica di libertà. Per questo di cento partecipanti hanno una carriera vera in dieci e hanno gente ai concerti in tre. Esiste una grande affezione allo sviluppo drammatico delle parab…

ANGELO BRANDUARDI - Oggi ha più senso suonare che fare dischi

Classe 1950, 50 album pubblicati e una carriera che incarna l'indipendenza come poche altre, Angelo Branduardi è un musicista che suona da anni e che ha accumulato un'esperienza e una dedizione alla musica senza pari. Abbiamo avuto il piacere di intervistarlo e di raccogliere le opinioni di un artista senza peli sulla lingua.

In un periodo in cui si parla molto di musica indipendente, cosa ne pensa della scena indipendente?

Io non la conosco molto ma in passato anche io e miei colleghi, che abbiamo avuto contatti con le multinazionali, potevamo contare su un'etichetta e una libertà assoluta. Negli anni d'oro della discografia, 70 - 80 - 90, al giovane talento venivano dati 5 anni di tempo e un piccolo stipendio mensile.
Ti dicevano: "Col primo disco ci perdiamo, col secondo andiamo a pari e col terzo guadagniamo."
Avevamo 3 possibilità, oggi ne hai una. 5 minuti e una pedata nel sedere.
In questo senso devo dire che un'etichetta indipendente ha un valore perch…

BEBA - Il confine tra indie e mainstream è Calcutta

1 - In un mondo sempre più incentrato sul web, cosa conta di più tra una pagina Facebook con tanti like e un buon disco?
Senza dubbio conta di più un buon disco, una pagina con tanti like porta tanti like alle foto e tanti commenti, ma non porta le persone ai live.. quello lo fa solo la musica fatta bene.