Il portale della musica Indie italiana
Buon inizio settimana Indieani, oggi vi presentiamo gli Universal Sex Arena, una band punk psichedelica, con un impatto live incredibile che pubblicheranno a breve la loro ultima fatica Abdita.
 
1 – In un mondo sempre più incentrato sul web, cosa conta di più tra una pagina Facebook con tanti like o un buon disco?
Per me un buon disco. Molto spesso i buoni dischi hanno anche tanti like.
2 – Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
L’aspetto positivo è la musica stessa. L’aspetto negativo, a mio avviso, non
dovrebbe far parte del gioco.
3 – Credi che un artista debba schierarsi politicamente?/Approvi la politica nella musica?
 
Quello che conta è la bellezza.Se un artista crea emozioni schierandosi politicamente con la sua musica, il punto non è che l’artista è schierato, ma che
crea emozioni.
4 – Cosa ne pensi dell’attuale music business?
Ho la sensazione che ci sia spazio per fare cose straordinarie, ma bisogna
conservare fino alla fine la forza delle idee. Bisogna rimanere leggeri quanto
basta per saltare l’aspettativa e le consuetudini.
5 – Credi che le nuove tecnologie aiutino il rapporto tra musicisti e pubblico o credi abbiano distanziato gli uni dagli altri?
Credo che la tecnologia sia un veicolo come tanti altri per accedere al
divertimento. Per quello che riguarda la musica, la tecnologia per me è sempre
stata un aiuto alla conoscenza.
6 – Qual è a tuo giudizio il confine tra indie e mainstream?
Si tratta di due parole che nel mio vocabolario non distinguono un granchè.
In genere, può essere che se lo trovi in auto di tua madre, sia mainstream.