Il portale della musica Indie italiana

Quella domanda devono essersela posti in molti quando, negli anni ’80 a New York, ci si imbatteva nello stesso ragazzino presente ad ogni concerto.

Un tipo sveglio, giovane, troppo per stare in quei locali ma per qualche ragione, nessuno reclamava. Era una presenza fissa ad ogni concerto e conosceva tutte le band.

Michael Alago è uno di quegli oscuri A&R che ha iniziato la carriera così, andando ai concerti. 


Gli A&R (artistis and repertoire), sono quelli incaricati di scoprire talenti, di scovare e mettere sotto contratto le band migliori.

Dato che il giovane Alago era sempre in contatto con i live della sua città e con il fermento artistico che a vissuto New York in quegli anni, è riuscito a mettere sotto contratto parecchie band, tra cui i Metallica.

E questo prima che pubblicassero il loro capolavoro Master of Puppets.

Gay e di origini hispaniche, Alago ha saputo fregarsene di qualsiasi etichetta e, guidato dalla sua passione incredibile, è riuscito a diventare un riferimento per moltissimi artisti negli anni.

A lui è dedicato anche il documentario “Who the f#ck is this guy?”, in cui si racconta tutta la sua incredibile storia che, dai sobborghi di New York, lo ha portato ai vertici dell’industria.


Un bel risultato ottenuto “alla vecchia maniera”. Andando ai concerti, ascoltando, incontrando le persone dal vivo.

Nonostante si viva ora nell’era digitale, è ancora il solo modo possibile per fare musica.