Il portale della musica Indie italiana

La semplicità della melodia, l’approccio analogico e il gusto per la sperimentazione descrivono quello che potrebbe essere il mondo sonoro del progetto Bacàn. Nato dal musicista romano Giovanni De Sanctis (già About Wayne e Soul of the Cave), richiama da un lato la sperimentazione elettronica, dall’altro l’approccio cantautorale e analogico proprio del musicista. Morning, primo singolo che anticipa l’album in uscita a inizio 2018, ne è un perfetto esempio. Nel videoclip a cura di Alessandro Zonfrilli, le immagini raccontano l’inizio del giorno, a metà fra sonno e veglia: momento di ipersensibilità e istinto, nonché crocevia umorale. Il protagonista sogna le possibili versioni del sé, scegliendo come indirizzare la propria giornata e risvegliandosi poi definitivamente in un balletto onirico e surreale. Il debut album di Bacàn è atteso per inizio anno, pubblicato per la label B2S.

 
1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?


L’aspetto positivo di fare musica è vivere e dedicare il proprio tempo a una dimensione creativa e di ricerca. L’aspetto negativo non mi viene in mente, la precarietà?

2) ​I talent sono spesso criticati ma a tuo giudizio, perché riscuotono tanto successo?

I talent sono format televisivi, il contenuto musicale incuriosisce il pubblico
della tv e per questo hanno successo.

3) Credi che un artista debba schierarsi politicamente?/Approvi la
politica nella musica?

La musica è utilizzata anche come mezzo per fare politica. A me non piace fare
propaganda perché non ne sono capace e preferisco fare politica nelle mie scelte
quotidiane di consumo. Preferisco mantenere la mia musica lontana da un messaggio politico.

4) Accetteresti di scendere a compromessi per raggiungere il successo o
un pubblico maggiore?

Non ho la smania di successo o di raggiungere un pubblico maggiore, se il mio
pubblico aumenterà sarà perché avrò scritto, suonato e lavorato bene.

5) Pensi che fare musica influenzi in qualche modo i rapporti con gli altri (famiglia, relazioni, amici, parenti)?

Sì, può influenzare i rapporti con le persone che hai intorno: da parte degli
altri possono esserci difficoltà a capire fino in fondo le tue scelte di vita, da
parte tua puoi tendere a dissociarti e chiuderti in te stesso.

6) Sei legato alla tua città o esiste un posto in cui preferiresti vivere?

Sì sono legato alla mia città, mi piace, vivrei anche in altri posti, così per
curiosità, nessuno in particolare.