Il portale della musica Indie italiana

Lo ammetto, se penso a Rai Storia mi vengono in mente solo filmati d’epoca in bianco e nero e interviste datate 1990.

Insomma niente che personalmente mi entusiasmi in modo particolare, fino a quando mio cognato Dario (lo storico della famiglia), mi ha segnalato un video veramente interessante sulla storia del Jazz in Italia. 


A dare libero sfogo ai ricordi troviamo Renzo Arbore e Pupi Avati,ospiti di Gegè Telesforo che per chi non lo sapesse, è uno dei nomi di rilievo del nostro Jazz dal 1977.

Il video dura soli 24 minuti ma sono 24 minuti ricchi di ricordi e di esperienze, che gettano una luce importante su come questo genere, sanguigno e irresistibile, si sia fatto largo nell’Italia del dopoguerra, espandendosi fino ad oggi.

Scopriamo un Pupi Avati clarinettista mancato, che ha conservato una passione e una capacità di analisi tipica di un regista di talento come lui.

Molto importante lo “sfogo” di Arbore che sottolinea come, nonostante l’attenzione che il jazz riscontri, non si dia risalto al fatto che l’Italia è la seconda nazione al mondo per importanza nel genere.

Un breve video di ricordi insomma, che però lascia una serie di spunti importanti, soprattutto considerando come i festival Jazz in Italia, non siano sempre fedeli al loro nome, come ci ricorda il nostro Anselmo Cane in questo articolo.

Una piccola visione consigliata, a ritmo di Jazz.