Il portale della musica Indie italiana

Il 1987 deve aver avuto lo stesso splendido impatto della luce in fondo al tunnel per i Def Leppard.

Il gruppo inglese si è chiuso in studio 3 anni prima per lavorare ad un nuovo disco.


Da allora è successo di tutto. Robert John “Mutt” Lange, il loro produttore designato, abbandona il progetto perché esausto dai ritmi tenuti nel corso di anni di registrazione.
A lui fa seguito Jim Steinman il cui lavoro però, non convince la band.

Le sessioni di registrazione proseguono con la band che inizia a pensare di produrre autonomamente il disco ma il 
31 dicembre 1984, Rick Allen batterista della band resta coinvolto in un incidente stradale che gli costa il braccio sinistro.

Allen non si scoraggia e nemmeno la band. Mentre il batterista studia e impara a suonare un kit metà acustico e metà elettronico il produttore “Mutt” Lange torna in studio con la band.

Dopo tante vicissitudini, il 03 Agosto 1987 Hysteria viene finalmente pubblicato.



Un album pensato per essere una versione hard-rock di Thriller di Michael Jackson, in cui ogni brano fosse un potenziale singolo.

Da questo incredibile album sono stati estratti 7 singoli diventati classici senza tempo per i fan della band e del rock in generale.

“Pour some sugar on me”, “Armageddon it”, “Women”, “Love bites”, “Rocket”, “Animal” e la title-track “Hysteria”.

Un disco e una storia incredibile, in cui l’impegno e la volontà di un gruppo ha fatto la differenza.

Di fronte a tante complicazioni che avrebbero scoraggiato i più, i Def Leppard sono riusciti in un’impresa titanica che è rimasta nella storia. 
Un disco che è un vero mix tra hard-rock e pop e che verrà ristampato domani in varie versioni commemorative.

Dal punto di vista artistico e umano, quello dei Def Leppard è stato un coraggioso salto nel vuoto anni prima che i video motivazionali ci dicessero come sognare e cosa inseguire.