Il portale della musica Indie italiana

E’ il 27 agosto 1979 e i giornali riportano la notizia in prima pagina: Fabrizio De Andrè e Dori Ghezzi sono stati sequestrati dalla loro villa in Sardegna.

Durante la notte alcuni uomini incappucciati hanno fatto irruzione a casa del cantante e lo hanno prelevato insieme alla compagna.

Il sequestro durerà complessivamente 117 giorni, fino al 20 Dicembre, data in cui viene rilasciata Dori Ghezzi, mentre il giorno seguente è la volta di De Andrè.

Il riscatto richiesto inizialmente è di 2 miliardi di lire, ridotto poi a 600 milioni che vengono consegnati ai rapitori.

Da questa esperienza il cantuatore trasse ispirazione per diversi brani contenuti nel disco “Fabrizio De Andrè” del 1981.
Tra i tanti brani, “Franziska” deriva proprio da alcune chiacchierate con i suoi rapitori che, nonostante la situazione, cercavano di trattare con educazione la coppia.

La banda di rapitori fu arrestata e De Andrè e Ghezzi si costituirono parte civile contro i mandanti ma non contro i rapitori perché sostennero di capire le motivazioni che li motivavano.

Tra i vari brani  che sono nati da quei giorni, c’è anche “Hotel Supramonte”, quasi a testimoniare che anche dalle cose peggiori, può nascere qualcosa di buono.