Il portale della musica Indie italiana

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

 
Per me è bellissimo riuscire a trasmettere qualcosa a chi mi ascolta. Bisogna saper dare la giusta importanza a quello che si comunica. La musica è una forma d’arte e come tale non credo abbia degli aspetti negativi, ammetto però che esporsi non è sempre facile.
 

2) ​I talent sono spesso criticati ma a tuo giudizio, perché riscuotono tanto successo?

Non sono a favore dei talent, ma in fatto di esposizione mediatica sono senz’altro il metodo più veloce per farsi conoscere,possono renderti famoso in un attimo. Sono dell’idea che la crescita di un artista sia un processo lento e coi talent si corre il rischio di “bruciarsi”.

3) Credi che un artista debba schierarsi politicamente?/Approvi la politica nella musica?

 
Ognuno deve sentirsi libero di esprimere i propri ideali, politici e non. La musica non ha limiti.

4) Accetteresti di scendere a compromessi per raggiungere il successo o un pubblico maggiore?

Non esistono compromessi, per me l’importante è fare buona musica ed essere soddisfatta di quello che faccio.

5) Pensi che fare musica influenzi in qualche modo i rapporti con gli altri (famiglia, relazioni, amici, parenti)?
 
Il tempo che dedico alla musica è  molto ma non ho mai avuto problemi nella gestione delle relazioni, anzi grazie alla musica ho avuto la possibilità di conoscere molte persone che condividono i miei stessi interessi.


6) Sei legato alla tua città o esiste un posto in cui preferiresti vivere?

Amo la mia terra, la Sardegna è la mia casa ma spero che la mia passione mi porti lontano, essere arrivata fino alla capitale è già un grande traguardo.