Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2017

CRITICA AL CRITICO: IO CONTRO MONINA di Marco Zuppa

Michele Monina è uno scrittore, giornalista, critico, autore di tutto rispetto.
Ha un curriculum invidiabile e una capacità di scrivere che io non avrò mai.
Proprio per questo la sua stroncatura a Levante, mi ha fatto incazzare.

E' vero, Assenzio è una canzone brutta ma qui non si parla di Assenzio.
Qui si parla del nuovo disco di Levante che, a mio modestissimo parere, poco ha a che fare col brano sopracitato.


FABIO BIALE - La sua intervista

Incontriamo oggi Fabio Biale, violinista e cantautore che nel dicembre 2016 ha dato alle stampe il disco "La gravità senza peso", un viaggio tra Django Reinhardt, Inide Rock e lezioni americane.

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

La musica ti salva: è uno sfogo, un’esigenza, un’attività fisica e psichica. E’ collaborazione e confronto. E’ sfida e percezione del limite. E’ comunicazione universale.
Uno negativo? Talvolta può diventare autoreferenziale.



BARRIERE QUALI? di Miriam Gallea

Se vi chiedessero mai cos’è la World Music, forse ci sarebbero un po’ di risposte diverse.  Io una definizione l’ho studiata, ed è quella che in ogni Paese, la World Music è semplicemente quella che non è della propria terra. Un esempio? beh, la nostra amabile canzone italiana negli USA o anche solo nella vicina Francia, è World. Altra roba. Esotico.



TORNA INDIEPENDENCE FESTIVAL

Indiependence, il Festival della musica Indie italiana, torna con l'ultimo appuntamento della stagione primaverile. Per l'occasione quattro dei migliori artisti della scena, si troveranno a dividere il palco per regalare al pubblico un'esperienza unica.

SALVO CASTAGNA - Leggi la sua intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
Puoi dare sfogo alla tua creatività, puoi comunicare quello che provi, i tuoi sentimenti, le tue idee come non tutti possono fare. 
L’aspetto negativo è che c’è poco spazio per farsi ascoltare, c’è poca scelta, fai un giro per le radio e senti sempre gli stessi nomi, le stesse canzoni.

JAMES KAKANDE - Incontro con il cantautore inglese

Siamo felici oggi di incontrare James Kakande. Il musicista, noto per il suo successo radiofonico "You You You" del 2006, è oggi tornato sulle scene dopo una rinascita artistica. Il nuovo lavoro "Electric Magnetic Love Thing", in uscita a Giugno, segna infatti un nuovo percorso per l'artista che riflette con intelligenza sui nostri tempi e ci ricorda che c'è sempre un lato positivo in ogni situazione.
1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
Per me non c'è neanche un lato negativo nella musica Con la vita che ho condotto prima e con quello che faccio ora ogni giorno di settimana in settimana, la musica ha fatto tanto per me, è stata il mio paracadute, mi ha aiutato a scrivere nei momenti di tristezza e nelle ore più buie della mia vita. Mi ha dato l'opportunità di scrivere e cantare la vita in qualsiasi momento, sia fossi nella mia camera da letto o su un palcoscenico. Se dovessi dire un aspetto negativo, è che a volte devo svegliarmi nel b…

FRANCESCO CIOFFI - Leggi la sua intervista

Cari lettori Indieani, vi presentiamo oggi Francesco Cioffi, cantautore originario di Trani, attivo nella band Medison con cui sta registrando il nuovo album, previsto per il 2018.
1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Positivo: i legami che permette e la possibilità di raccontarsi a tanti. Negativo: in Italia per fare musica o arte, in generale, devi essere un eroe e prepararti ad una vita felice, ma con un'economia davvero risicata.

RABADABADAB FISH, PING PONG! di Matteo gorgoglione

Nel secolo scorso conobbi una ragazza che dopo alcune settimane giunse ad essere la mia fidanzatina. 
Un pomeriggio, verso le cinque, mi fece vedere alcune sue foto. Foto di gite in campagna con amici, foto di cene in pizzeria con gli stessi amici, il giorno della laurea con gli amici, foto in costume con tre amiche a Loano, cose così. 
Il suo sorriso era bellissimo, ma monotono: era sempre lo stesso in ogni foto. 
E mi fece, foto dopo foto, lo stesso effetto di una nuvola nera e plumbea. Una nuvola che infatti andò ad oscurare in breve tempo quel poco di luce che c’era in quell’amore (e che c’è in questa esistenza). 



BRIDGEND - Leggi la loro intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
Il principale aspetto positivo per noi è quello di poter sperimentare e mettere insieme idee per poi vedere la direzione spontanea che esse prendono; il principale aspetto negativo è che purtroppo è un ambito nel quale non sempre ad azione corrisponde uguale reazione e bisogna avere sempre a portata di mano determinazione e pazienza.
2) I talent sono spesso criticati ma a vostro giudizio, perché riscuotono tanto successo?

Probabilmente perchè son costruiti ad hoc per raggiungere questo scopo.

LA PAGINA BIANCA di Marco Zuppa

Cambiare

Suonare

Fare quello che mi piace

Lasciare il lavoro

Pare che la sindrome della pagina bianca si sconfigga così. 
Si parte da un elenco di concetti chiave e si sviluppa l'articolo.

Io stamattina non avevo idea di cosa scrivere. 
Non riuscivo a pensare ad un argomento, una canzone, un tema.

Pensavo solo a una cosa: vorrei fare questo di lavoro.



L'APPUNTAMENTO AL BUIO di Marco Zuppa

Di quella persona non sai niente.
Però hai accettato di correre il rischio, quindi cerchi di presentarti bene.
Ti prepari, scegli i vestiti con cura, metti il profumo giusto, lavi la macchina, ti pettini bene.
Ti senti stupido. Giusto prima di uscire. 
Per un secondo ti chiedi se non faresti meglio a stare a casa, al sicuro.
Poi qualcosa (o qualcuno), ti spinge fuori.
In un attimo sei lì.
Guardi in quegli occhi, sorridi, metti una mano con gentilezza giusto sopra il fianco, ti avvicini e dai il primo bacio
Sulla guancia, caloroso ma educato.
E inizia la serata.


SPECTRE - La sua intervista

Oggi vi presentiamo SPectre, dj e producer di Torino che ha appena pubblicato il nuovo album "1984 movies" 
1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
La musica ci insegna molte cose: il senso della bellezza, la spinta a ribellarci, il piacere della calma, la dedizione, l'amore. Questi sono solo alcuni degli aspetti positivi del fare o ascoltare musica. Non credo ci siano aspetti negativi nel crearla. Ce ne sono invece parecchi in ciò che le gira intorno: come in molte altri ambiti (il cibo, il lavoro, il tempo libero) una strumentalizzazione eccessiva volta alla massa snatura i risultati, abbassandoli intenzionalmente ad un prodotto di "quantità" e non di "qualità". Livello artistico e volumi di vendita possono assolutamente coesistere (Bowie, ad esempio), ma molto più spesso il primo viene sacrificato in favore del secondo. Lavorare in un ambiente con queste criticità può essere un aspetto negativo.

Io non riesco a stare dietro agli annunci dei festival - di Paolo Plinio Albera

Io non riesco a stare dietro agli annunci dei festival. Per fortuna d'estate a Torino le cose da fare non mancano. Ma gli annunci dei nomi, in primavera, sono ogni giorno un sasso nello stagno che disordina i già disordinati pesciolini ormoni di stagione.

Io non riesco a stare dietro alle pagine Facebook dei festival. Ho messo like alle pagine dei principali festival torinesi, così da rimanere quotidianamente aggiornato. Arriveranno più in là i manifesti, cum'a 's fasìa na volta, ogni anno sempre meno perché siamo nell'era della rete e dei social. Così i manifesti non servono ad annunciarti gli eventi, piuttosto a ricordarteli (come se io non fossi già facebookdipendente!).


LUCA LASTILLA - Conosciamolo

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Positivo senza dubbio è l'incontro con la gente,la possibilità di confrontarsi...di negativo la esasperata ricerca del "successo" che nulla ha a che vedere con il fare musica. 



FRANCO NOCCHI - Leggi la sua intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
Le antiche filosofie orientali insegnano che ogni aspetto dell'umano agire è un “tai chi”, cioè un'integrazione di elementi opposti e complementari. Ogni cosa, quindi, ha “in sé” un aspetto positivo ed uno negativo. La musica non è eccezione a questa regola universale. Molti anni or sono lessi una frase di un monaco buddista, Taisen Deshimaru, che mi fece molto riflettere: ”nella musica, come nella vita, bisogna seguire l'ordine cosmico il quale non è solamente il razionale ma comprende anche l'irrazionale”. E come l'ordine cosmico si esprime in paesaggi meravigliosi ma anche in cataclismi terribili, così la musica può essere meraviglia o dannazione, perchè essa attiva nell'individuo forze psichiche animiche ed emozionali profonde che, se mal gestite o non controllate, attivano pulsioni spesso autodistruttive ed eterodistruttive. Ma nel caso della musica, è fortunatamente data sempre alla Persona la possibi…

Il giornalista dei DE Giornalisti suona e fa il giornalista - di Marco Salvai

Che cos’è la musica indie?

“Sicuramente qualche anno fa indie era un termine molto più connotato per noi “Giornalisti da quattro soldi” che speravano di far uscire una recensione truccata su Rumori di Sottofondo. Indie sono tutti quei dischi che vengono fatti senza la presunzione di ottenere un successo nazionale ma che allo stesso tempo puntano a far palare molto dell’annoso problema dell’impotenza maschile. Si fanno solo per essere distribuiti tra conoscenti, amici, si fanno per ottenere qualche concerto fatto al locale “tal dei tali”. Si tratta di dischi senza pretese. L’artista indie non vuole passare negli stessi canali di Gigi e Alessio. Vuole essere di un’altra controcorrente. Io a dire la verità in quest’altra controcorrente non ho mai creduto. Però ho sempre scritto canzoni che partono da un sentimento vero profondo, intimo, sentimentalista da basso fondale. Adesso è ancora così, i testi di "Completamente Soldi" sono veri.


LE RAGAZZE E CHARLES MANSON di Paolo "Plinio" Albera

Summer of Love. California. 1967. Da qui iniziano gli omicidi e le stragi di Charles Manson.
Personaggio imprevedibile, violento, ladro d'auto, sfruttatore di prostitute, aveva trascorso un po' di anni in galera. Qui aveva dato modo di studiare a fondo satanismo, magia nera, ipnosi e altre amenità. Dimenticavo: in carcere aveva anche imparato a suonare la chitarra.

LE VOCI DEL TEMPO di Miriam Gallea

Quello delle Voci del Tempo, per me, non è solo un progetto musicale da andare a vedere e seguire, ma una grande amicizia. All'inizio la compagnia è nata come esperimento per raccontare la storia con le canzoni dal vivo.  A monte, ci sono gli studi dello storico torinese Giovanni De Luna, che ha teorizzato e fondato  metodologicamente la possibilità di studiare la storia contemporanea attraverso fonti non convenzionali, come il cinema, la canzone, la stampa è così via.


USUAL - Leggi la loro intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Non saprei proprio rispondere a questa domanda. Sono un tipo un pò neutro.


LA CHITARRA NUOVA - di Matteo Gorgoglione

Oggi ho fatto parte dell' esercito di cicisbei (eravamo tantissimi) alla ricerca delle ultimissime offerte dei saldi invernali. Cercavo una normalissima giacca a vento, un piumino, una cosa banale insomma. Da mettere tutti i giorni, come dicono le mamme. E invece no, la tecnica ha vinto anche qui. Ha vinto su queste giornate di normalissimo freddo, ha vinto su queste mattine di normalissima pioggia.