Il portale della musica Indie italiana
1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
 
L’aspetto positivo è che ti permette di rapportarti con te stesso e con gli altri in modo profondo e sincero.
L’aspetto negativo, in questo momento è il download illegale, il fatto che  sembra  non si voglia dare alla musica nessun valore. Una delle conseguenze è che le migliaia di canzoni che stanno su un i-pod vengono ascoltate spesso grandissima superficialità, magari per pochi secondi.
2) I talent sono spesso criticati ma a tuo giudizio, perché riscuotono tanto successo?
 
Non ne ho mai guardato uno. Comunque credo che abbia successo  il format televisivo non certo i cantanti che hanno un successo effimero, di brevissima durata, che non sono altro che degli ingranaggi di un meccanismo messo a punto dalle major che non farà altro che mettere ancora più in crisi
la discografia.
 
3) Credi che un artista debba schierarsi politicamente?/Approvi la politica nella musica?
 
Perchè un artista dovrebbe schierarsi politicamente? L’arte è bellezza sopratutto. Per quanto riguarda la politica nella musica  ognuno è libero di parlare di quello che preferisce. Sicuramente una canzone non ha bisogno di essere
“impegnata” – come si diceva una volta – per essere una canzone di valore.

4) Accetteresti di scendere a compromessi per raggiungere il successo o un pubblico maggiore?
 
Non credo che raggiungere il grande pubblico sia poi così facile, non credo che sia sufficiente scendere a compromessi, anche se poi senti delle cose ridicole in classifica e quelle cose non sono assolutamente disposto a farle.

5) Pensi che il fare musica influenzi in qualche modo i rapporti con gli altri (famiglia, relazioni, amici, parenti)?
 
Io dedico alla musica praticamente tutto il mio tempo e quando sono nella fase creativa mi isolo perchè non voglio assolutamente essere disturbato, quindi certamente la musica influenza i miei rapporti con gli altri. A soffrirne sono sopratutto i rapporti con i conoscenti e con gli amici ai quali dedico poco tempo, mentre per quanto riguarda le relazioni sentimentali credo si tratti soltanto di trovare una persona che riesce a capire che il processo creativo ha delle dinamiche diverse da quelle di un normale lavoro.

6) Sei legato alla tua città o esiste un posto in cui preferiresti vivere?
 
Credo che le radici siano molto importanti per la persona, mentre sono sicuramente un limite per il musicista.
Vivo da sempre nella stessa città quindi da tutta una vita mi ritrovo a combattere con questa contraddizione.