Il portale della musica Indie italiana

Se è vero che anche i ricchi piangono, figuriamoci chi ricco non è.
La categoria dei musicisti non è solitamente celebre per navigare nell’oro, tanto che secondo uno studio, i musicisti sarebbero soggetti più propensi a soffrire di depressione.

Alla base del malessere dovrebbe esserci l’instabilità economica di questo lavoro, a cui si sommano a volte poi gli attacchi di panico o il dover lavorare in orari notturni.


A dire il vero lo studio prendeva in esame anche persone che lavorano nell’industria musicale in generale, riscontrando quelle che sono probabilmente le patologie comuni a tante persone costrette ore ed ore in ufficio.

Insomma, anche i musicisti piangono.

La nota positiva è che da uno stato d’animo triste, può comunque nascere una bella canzone e almeno la sindrome della pagina bianca (o blocco dello scrittore), ce lo siamo evitati.