Il portale della musica Indie italiana

 

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

L’aspetto positivo per me è la scrittura. La musica mi permette di mandare messaggi molto profondi, sensazioni che non potrei esprimere a semplici parole. L’aspetto negativo è che, alla gente, questo tipo di musica interessa sempre meno. E fare musica costa molto… 

2) I talent sono spesso criticati ma a tuo giudizio, perché riscuotono tanto successo?

Il talent ha poco a che fare con la musica, funziona per una serie di fattori che riescono a tenere incollati la gente al televisore. La competizione permette alla gente di schierarsi con l’uno o con l’altro artista (e la conseguente polemica che ne nasce, fa aumentare l’attenzione di tutti), i generi musicali sono tendenzialmente di largo consumo, innocui, datati e poco stimolanti e quindi facilmente vendibili, e in più la gente si affeziona “a puntate” ai personaggi che il programma costruisce, come fossero i protagonisti di un telefilm. Compreranno il disco, senza ascoltarlo veramente e poi si dimenticheranno, affezionandosi all’artista dell’edizione successiva. Il mio concetto di musica è diverso: una concezione in cui l’artista, al centro del processo creativo, propone la propria visione del mondo, dando la possibilità ad altri di condividerla o meno. Insomma, un libero confronto costruttivo e non una ricerca di mercato a puntate per essere sicuri di vendere il disco scritto dai soliti 4 autori pagati dalla casa discografica per creare canzoni “per tutti”. Purtroppo i ragazzi, oggi, sembrano non capire più la differenza tra queste due cose.


3) Credi che un artista debba schierarsi politicamente? Approvi la politica nella musica?
Ritengo sia una scelta personale dell’artista. Personalmente non mi piace la musica quando è “di partito”, ma fortunatamente non succede quasi mai..

4) Accetteresti di scendere a compromessi per raggiungere il successo o un pubblico maggiore?

 

Chi non l’ha mai fatto, anche solo con se stesso…. ho perso la mia innocenza anni fa. Ma io ho bisogno di avere il controllo su quello che scrivo e sulla mia immagine, non mi interessa fare musica se non posso avere queste due cose.

5) Pensi che il fare musica influenzi in qualche modo i rapporti con gli altri (famiglia, relazioni, amici, parenti)?

Assolutamente si. Fare musica è un Hobby che richiede molto tempo, concentrazione, soldi, isolamento e una vita spesso regolata. Sono cose che si ripercuotono sicuramente nei rapporti sociali, soprattutto quando si comincia a diventare un po’ più grandicelli.