Il portale della musica Indie italiana
1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
Credo che un aspetto positivo sia quello di poter creare musica originale e poter trasmettere qualcosa alla gente che viene a vederti nei live. La musica ha il potere di distaccarti dalla realtà che non è sempre tutta rose e fiori.
Un aspetto negativo è sicuramente il vivere di musica , credo che oggi sia davvero tosta per una band agli inizi poter vivere solo di concerti e dischi.
 
 

2) I talent sono spesso criticati ma a tuo giudizio, perché riscuotono tanto successo?

Penso che sia un successo relativo e apparente. La televisione fa da catalizzatore ma successivamente quando si spengono le luci la maggior parte degli artisti che vi partecipa finisce nel dimenticatoio.

3) Credi che un artista debba schierarsi politicamente? Approvi la politica nella musica?
Credo che un artista debba dire sempre la sua nel bene e nel male, sopratutto a certi livelli.  

4) Accetteresti di scendere a compromessi per raggiungere il successo o un pubblico maggiore?
Dipende dal compromesso! Se devo abbassarmi a fare qualcosa che non mi soddisfa come musicista credo che non farei musica. Ho sempre fatto musica per stare bene con me stesso. Insomma vorrei avere la coscienza a posto almeno in quello. 

5) Pensi che il fare musica influenzi in qualche modo i rapporti con gli altri (famiglia, relazioni, amici, parenti)?
Sicuramente influenza i rapporti con le persone. Sopratutto quando decidi di fare della musica la tua vita. Molte volte non vieni preso sul serio, pensano che tu sia una specie di nullafacente cronico . La musica ha bisogno di stimoli e di dedizione. Non è un lavoro da catena di montaggio ci vuole davvero tanta passione e impegno.

6) Sei legato alla tua città o esiste un posto in cui preferiresti vivere?
Sono legato al mio paese ma non do niente per scontato. Se dovessi cambiare paese sicuramente cercherei un posto con il mare.