Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2016

VERDENA La loro intervista di Marco Zuppa

1)Sono passati 21 anni dal vostro esordio. Quali sono i cambiamenti più profondi che avete notato nel mondo della musica? 
Sì sono passati 17 anni dal nostro esordio (1999). I gruppi si esprimono con più gusto nel suono, a differenza di quanto avveniva alla fine degli anni 90, quando la tecnica, la velocità e le tante note andava per la maggiore. Internet ha cambiato altro ancora, ha eliminato un certo provincialismo. Poi direi che le etichette fanno molta più fatica e girano meno soldi nelle produzioni di dischi. Tutte cose già dette….Oggi però è più semplice fare demo, dischi, autoproducendoseli con poche spese e ottimi risultati, grazie al digitale.

LA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO SECONDO JACK WHITE

Che Jack White fosse un genio musicale restavano ormai pochi dubbi.
Il musicista, che vanta collaborazioni con personaggi del calibro di Jimmy Page e The Edge quest'anno ha già partecipato alla missione Icarus, che ha lanciato nello spazio un vinile d'oro contenente il brano "A Glorious Dawn" di Carl Sagan.



1919 - INCONTRIAMO LA STORICA PUNK BAND INGLESE di Marco Zuppa

1) Avete suonato per più di 20 anni. Quali cambiamenti avete notato nell'industria musicale?
20? Che gentile da parte tua! A dire il vero il primo singolo di Mick (il batterista) è stato pubblicato nel 1979 con Psykik Volt e i 1919 li formò l'anno successivo. Quindi siamo più vicini ai 40 anni... ma abbiamo un aspetto molto giovanile. Venendo alla domanda, l’ambiente è cambiato, è quasi irriconoscibile. Le registrazioni un tempo erano al 100% dal vivo, non come ora ma, naturalmente, adesso è molto più semplice registrare ed editare i brani. Noi abbiamo cercato di restare fedeli alla vecchia scuola, mantenendo un sound live anche nelle nostre registrazioni più recenti. Di contro, ogni aspetto del marketing, distribuzione, vendita al dettaglio è stato completamente rivoluzionato. Internet ha dato la possibilità ad un sacco di band di farsi vedere, portando però ad un alto livello di saturazione. Non abbiamo alcuna figura John Peel ora, che ha speso la sua vita spingendo nuove leve …

CANTAUTORI NELLE SCUOLE

Si è aperto in sei licei genovesi un nuovo percorso formativo con il progetto “Cantautori nelle scuole”: in occasione del ventesimo anniversario dell'album “Anime salve” di Fabrizio De André si è inaugurata il 15 settembre 1996 una serie di lezioni di analisi dei suoi testi, oltre che di altri cantautori liguri.

10 ATTORI FAMOSI CHE NON SAPEVI ESSERE ANCHE MUSICISTI

Attori di talento e musicisti ricercati. Ecco la nostra compilation con i volti noti del grande schermo, che si sono fatti valere anche sul palco in qualità di musicisti.
Ryan Gosling
Il protagonista del pluripremiato Drive, ha collezionato una serie di ruoli che lo hanno portato alla ribalta come giovane attore di talento ma suona l'ukulele ed il basso e con l'amico attore Zach Shields, ha fondato il gruppo Indie Dead Man's Bones.

GORILLAZ VS. U2

Damon Albarn, maledetto scopiazzatore, già qualche volta ti ho beccato a rubacchiare melodie dalle tue rockstar preferite. Per esempio quella volta di “M.O.R.”, che altro non era se non “Boys keep swinging” di David Bowie suonata veloce.

FULL VACCUM ARKESTRA - L'intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Aspetto positivo: La libertà, essere tramite dell'energia universale, parlare alle persone, la possibilità di andare oltre. Aspetto negativo: La libertà, essere tramite dell'energia universale, parlare alle persone, la possibilità di andare oltre, collocati nel gioco meschino della società come la conosciamo.



ANONIMA NOIRE - L'incontro

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
Non possiamo rispondere completamente a questa domanda, perché se fai musica lo fai per necessità, è un bisogno. Quindi il lato positivo nel fare musica è proprio “fare musica”. Almeno per ora, non vediamo aspetti negativi nel farlo.


ERICA ROMEO - La sua intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Non credo che il fare musica possa avere un aspetto negativo: smuove la creatività, fa riflettere, ti da la possibilità di aprirti e comunicare ciò che pensi e provi, attraverso le note e le parole.
In più ti permette di salire su bei palchi, viaggiare, conoscere tanta gente.
E’ probabilmente uno dei lavori più belli al mondo.
Certo che se viene contestualizzata al Paese in cui viviamo, trapelano dei lati complessi, dovuti alla mancanza di un mercato vero e libero e con sé la meritocrazia, poca conoscenza in generale di ciò che è musica e del panorama internazionale, e quindi poca attenzione da parte delle persone di ciò che suoni e come suoni; problemi dovuti dal contesto in cui siamo e non certo dal “far musica”.
Ma a prescindere da tutto, fare musica è una cosa immensa, che probabilmente non smetterò mai di fare.



RIFORMA - L'intervista

“Ciao Carissimo” è l’album d’esordio dei Riforma. Un lavoro istintivo che riflette e traduce su disco la lunga esperienza live maturata dal terzetto di Grosseto negli ultimi dieci anni. Otto brani sospesi tra alternative rock, cantautorato e tracce di new wave, realizzati quasi interamente in presa diretta al Mono Studio di Milano con Enea Bardi (Jack Jaselli, Sananda Maitreya, Paola Turci ecc.).

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Giuro che ci ho pensato, sarò retorico ma sinceramente nel fare musica non ci trovo niente di negativo!



SKELETON TREE - La recensione

Qualche giorno fa sono corsa a comprare Skeleton Tree, il nuovissimo album Di Nick Cave & The Bad Seeds. Da qualche settimana ormai si è creata una grande attesa per quest’album, accompagnato dal Docu-film One more time with feeling -nelle sale italiane il prossimo 27 e 28 settembre – seguendo la scia del disco e docu-film precedenti, Push the Sky Away raccontato dalla pellicola 20000 Days on Earth (2014).

LITHIO - L'incontro

Anticipato a novembre dall’operazione viral legata al brano #IoNo, esce il 6 febbraio per l’etichetta Raw Lines/Audioglobe, “Lithioland”, il nuovo disco dei Lithio. Terzo lavoro discografico per la band toscana dalla carriera decennale, che affronta in questo nuovo album le incomprensioni del mondo che li circonda senza peli sulla lingua, in pieno stile rock. Un disco cattivo, duro, ma anche ricercato, un album che prende le distanze dal panorama rock italiano emergente adottando un approccio american-oriented.

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Personalmente non riesco a trovare un aspetto negativo nel fare musica al giorno d'oggi. A qualsiasi livello tu scelga di fare musica farai esperienze fantastiche che ti aiuteranno a migliorarti come persona e come musicista. Attraverso il sacrificio che la musica richiede si riescono a superare le difficoltà e a spostare sempre più in là i propri limiti, scoprendosi ogni giorno migliori di quello che si pensa di essere.…

LOSBURLA - La sua intervista

Stupefacente!" è il secondo disco del cantautore torinese Losburla, che vede l’esordio come produttore artistico di Carmelo Pipitone, chitarrista dei Marta Sui Tubi. A tre anni di distanza dal fortunato esordio "I Masochisti" e a due dalla vittoria del Premio De Andrè con il brano "Dilettanti" in esso contenuto, Losburla torna con un lavoro più crudo, sporco e minimale rispetto al precedente.

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Per quel che mi riguarda l'aspetto positivo di fare musica è l'atto stesso di farla. Mi piace suonare, scrivere canzoni, e mi piace tantissimo fare concerti. La musica fa parte della mia vita, farebbe parte della mia vita anche se non facessi dischi.
Sugli aspetti negativi glisso, se ne parla fin troppo e non ne posso più di gente che pontifica su cosa c'è di sbagliato e su cosa andrebbe fatto meglio, pensiamo positivo!

GOMMA - L'intervista

“USCIAMO! ORA!” è il disco d’esordio del giovanissimo duo bolognese Gomma (41 anni in due), prodotto da Marco Bertoni (membro dei Confusional Quartet e già al lavoro con Subsonica, Lucio Dalla, Angela Baraldi, Megahertz, Motel Connection, Fiamma Fumana, Bob Rifo). Una piccola collezione di brani solari che non si vergognano di esserlo, pop nella migliore accezione del termine.

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? La musica ha il potere di non fare sentire mai sole le persone, intorno alle frasi e alle atmosfere delle canzoni si schierano eserciti di ascoltatori che vogliono vivere e condividere emozioni, questo è magico. L'aspetto negativo è quanto specialmente agli albori dei progetti musicali si faccia fatica a vederli come attività lavorative, è difficile vivere di musica quando si mette il piedino in questo grande mondo, è la passione a tenerti incollato.

INDIE

Prima ancora che  un valore, un'ideologia o un pensiero, vedo l'indipendenza come lo stato naturale delle cose, nonostante l'impostazione del nostro sistema ci porti a instaurare i rapporti in termini di dipendenza. Riconoscersi come indipendenti non implica restare isolati, anzi è la condizione di base per formare genuine relazioni di collaborazione, arricchendo così un ambiente che un giorno darà i suoi frutti.
Nel mondo della musica, chi fa arte mosso da questo principio sta facendo quel che penso sia “Indie”, a prescindere dalla forma, dallo stile e dal genere. Purtroppo il significato originale del termine è andato perdendosi nel tempo.


TARQUINI - La sua opinione

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

L'aspetto positivo in assoluto è il fare il lavoro che si ama e farlo con la creatività, farlo insieme ad altri
e vedere che quello sforzo creativo compie un giro, un ciclo, un cerchio che si chiude….dalla tua testa, nella tua stanza, sulla chitarra….al computer, sul tuo quaderno. Tutto parte da li e poi viene provato, suonato, poi inciso, mixato, masterizzato ed infine diffuso, promosso e, se va bene, amato, acquistato e cantato da altre persone. Tutto questo, attenzione, è uno sforzo faticoso ma bellissimo ed unico. Cosa si può chiedere di più dalla vita? L'aspetto negativo è la mancanza di certezze anche minime per migliaia di musicisti ed artisti che spesso in Italia producono lavori di qualità. Per questo esercito di persone non c'è un minimo di rete di protezione. Eppure un paese moderno e sviluppato, seppur con tutti i problemi che ci sono in Italia, dovrebbe rendersi conto che senza artisti si diventa più poveri e cini…

JOHN KALODNER - L'importanza di dire no

Tra i vari operatori del settore musicale, la figura dell'A&R è una delle più intriganti. 
Gli "Artist and repertoire" sono infatti coloro che vanno a caccia di talenti, dei futuri re delle classifiche.
Tra tutti loro, il più celebre è senz'altro John Kalodner.
Questo leggendario personaggio ha lavorato con tantissimi artisti.
Rolling Stones, Aerosmith, Iron Maiden, Jimmy Page, Santana, Phil Collins, Peter Gabriel, Cher, Bon Jovi, ecc, ecc.



TO BE LIVE - L'app per chi ama la musica

Quando si tratta di eventi, il nostro slogan è piuttosto chiaro: vivi dal vivo.

A pensarla così non siamo solo noi, infatti per chi ama la musica dal vivo, è nata TO BE LIVE (www.tobeliveofficial.it), la prima piattaforma digitale pensata appositamente per gli eventi musicali “live”. 



GEDDO - Conosciamolo

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
L’unico aspetto negativo oggi del fare musica consiste nelle difficoltà economiche che si devono affrontare. Ho conosciuto molti talenti che si sono persi nel tentativo di amministrare oculatamente il corto giro delle entrate ed uscite giungendo a compromessi isterici da cui non si sono ripresi. Difficilissimo non essere costretti ad affiancare altre e diverse attività per salvaguardare la propria indipendenza. L’aspetto che invece apprezzo di più è la diversa concezione del viaggio e del tuo paese che la musica ti svela. Ho sempre viaggiato molto ma fare chilometri per suonare è un’altra cosa. Ti rendi conto che il classico weekend fuori, incastrato nell’ansia di vedere tutto in due giorni, ti impedisce di vivere davvero un luogo. Invece la musica si rispecchia nell’accoglienza, nello staff del locale o negli organizzatori, nel pubblico e nell’ospitalità; ne succhia l’energia e la forza; per chi fa musica vera, diretta, verace n…

NADIA E FRANCESCO - Conosciamoli

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Fare musica per noi è diventato vitale da quando abbiamo iniziato a cantare come Duo ringraziando anche le radio e tv che diffondono la nostra musica nel mondo, di negativo non ci trovo niente perché fare musica lo si fa con il cuore nessuno ci obbliga è una scelta di vita.

OLTREOCEANO - L'intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?Aspetto positivo è che svolgi un lavoro che ti piace e lo esegui con una passione incredibile.Aspetto negativo è che purtroppo molti tra musicisti stessi , addetti ai lavori e principalmente discografici e produttori , si improvvisano tali solo per guadagnare ed hanno rovinato tutto , non esistono più i veri ruoli ci sono molti ostacoli , siamo arrivati a gestirci noi da soli con fatica ma l'importante nella vita è provare per non arrendersi mai.

CARMINE MIGLIORE - L'intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? 
L'aspetto positivo è il come ti senti sul palco o in studio di registrazione. Per me il palco è veramente la mia casa, ci sto da quando avevo 13 anni ed è uno dei posti in cui veramente mi sento sereno. L'aspetto negativo? A questo punto della stagione, a fine tour, direi un pochino i viaggi. Macchine, aerei, alberghi, comunque, tutto sommato fa parte del gioco. 



MARIA GALLO - Il suo punto di vista

1) Un aspetto positivo e uno negativo del fare musica?
L'aspetto positivo è che si può entrare senza dar fastidio nelle anime delle persone,si possono trasmettere emozioni. La musica ti fa  stare bene in corpo e nella mente.Mentre l'aspetto negativo secondo me è vedere di come è diventato comune e facile fare musica, e che duri cosi poco da non lasciare niente nei pensieri di chi ascolta.




CHIARA DELLO IACOVO - L'intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Ti mette in contatto con le persone in modo unico, ma richiede un grande sacrificio a livello personale. Io mi sento di vivere dentro a un cantiere.

ADELAIDE - La sua intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Tutto ciò che è musica tra pregi e difetti è bello.

JONNY BEMOLLE'S - La sua intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Gli aspetti positivi sono tanti ovviamente, uno su tutti è il live: la condivisione con il pubblico, il fermarsi dopo il concerto a bere e chiacchierare con gli sconosciuti. Quello negativo è il fatto che troppo spesso quella del musicista non è una carriera facile, soprattutto dal punto di vista economico.

15 COSE CHE NON SAPEVI DEI TUOI GRUPPI PREFERITI

A qualunque genere siate votati, qui potrete trovare pane per i vostri denti.
Si va da pappagalli che cantano al sesso in diretta. 



REDEEM

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Il lato positivo è rappresentato sicuramente dal fatto che ti lascia spegnere i pensieri e rilassare, perché non si fa musica con il cervello bensì con il cuore. E non dimentichiamoci di tutte le persone che si va a conoscere e amicizie che si vanno a trovare! 
Il lato negativo è che si va a toccare le emozioni e non sempre è una cosa semplice, poiché si possono far riaffiorare cose represse.Ma d'altro canto senza il dolore non si può crescere dentro. Il titolo "Awake" per il nuovo album, in uscita il 5 settembre per Fastball Music, viene proprio da questo.

SUEDE VS. CLAPTON

La notizia, per un fan del brit pop come me, non può passare inosservata. I Suede ripubblicheranno l'album “Coming up”, vent'anni dopo la sua uscita, con una deluxe edition celebrativa. È un disco che ho ascoltato mille volte, con un certo senso di colpa, perché il suo super pop irresistibile faceva concorrenza al fascino decadente del precedente “Dog Man Star”, che è la vera perla tra i loro album, scritto in stato di grazia dal cantante Brett Anderson e dal chitarrista Bernard Butler.

LA GRIFFE

Conosciamo oggi una band di Roma, che il prossimo 19 Settembre, pubblicherà l'ep di esordio "Hypno Pop".

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? 

La creatività permette di relazionarci al mondo diversamente, attraverso la musica si possono descrivere degli stati d'animo e delle atmosfere del tutto personali. Queste, spesso, provocano nuove emozioni che crediamo fermamente rappresentino l'aspetto più importante. Almeno lo è per noi.


PAOLO SIMONI

1) Un aspetto positivo e uno negativo del fare musica?

Fare musica ha solo un aspetto positivo. E’ un privilegio, quindi bisogna, a mio avviso, averne molto rispetto. Chi ha il dono dell’arte se lo tenga stretto! La musica è una benedizione!



MELODY GARLOT - L'arte di rialzarsi

Sarà il periodo, le idee bizzarre, forse questa ondata di femminilità che sta

riempiendo i nostri pensieri e le nostre critiche di questi giorni..

Non so, ma mi è venuto in mente di farvi conoscere questa artista pazzesca.



INDIE DISCHI di Marco Zuppa

E' il 4 Giugno del 1976 e a Manchester si tiene un concerto.
Un concerto come tanti. Poche persone sotto il palco a sentire 4 ragazzi che suonano punk. Non sono i migliori musicisti del pianeta, però ci credono. Loro sono i Sex Pistols e tra il pubblico quella sera, ci sono ragazzi che, sconvolti dalla loro furia, decidono di creare una band. Così nascono Buzzcocks, Joy Division, Smiths, Fall. Quella sera erano tutti lì.  Ragazzi pieni di sogni, in attesa di qualcuno che gli facesse vedere che erano tutti sogni realizzabili. Il giornalista Tony Wilson di quel concerto ha scritto "Il vero rock'n'roll esiste quando qualcuno fa veramente sul serio, quando ci crede davvero". Inizia quasi per caso. Sono passati quasi 40 anni da allora. Dopo le prove con la loro band, due ragazzi finiscono in un'osteria. Vedendo gli strumenti il gestore inizia a parlarci, gli propone di organizzare qualche serata e quello diventa il primo Indiependence Festival. Da quel giorno nella testa de…

LE RIVOLTELLE

1) Un aspetto positivo e uno negativo nel fare musica?


Tra i tanti aspetti positivi scelgo la capacità di comunicare attraverso il linguaggio musicale le emozioni e la possibilità di lanciare dei messaggi importanti. L’aspetto negativo è quello di non riuscire ancora a vivere di musica.

OTTAVIA BROWN

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Sono convinta che fare musica è un privilegio, ogni arte che viene scelta come un lavoro diventa motivo di vita, di perfezionamento e quindi anche fonte di preoccupazione; scegliere la musica, come del resto la scrittura o la pittura, diventa una professione totalizzante che spesso non permette di staccare, si è sempre dentro, sempre.



BIFOLCHI - L'intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Credo che un aspetto positivo sia quello di poter creare musica originale e poter trasmettere qualcosa alla gente che viene a vederti nei live. La musica ha il potere di distaccarti dalla realtà che non è sempre tutta rose e fiori. Un aspetto negativo è sicuramente il vivere di musica , credo che oggi sia davvero tosta per una band agli inizi poter vivere solo di concerti e dischi.

ALESSANDRO VENTURA - Il Panda che divenne grafico

1) Ciao Alessandro e bentornato sul nostro Blog. Innanzitutto complimenti per il restyling del logo. E’ molto diverso rispetto al precedente. Vuoi dirci cosa ti ha guidato verso questa soluzione?
Ciao Marco! Siamo tornati alla carica con il nuovo logo e nuove prospettive. Il vostro slancio e la vostra cooperazione sono stati importante per raggiungere l’obiettivo che ci siamo fissati.
Il cambiamento è stato necessario. Diciamo che dai primordi l’identità di Indiependence era definita più dagli eventi organizzati e dalle locandine, come è giusto che sia nel momento in cui si lancia un progetto che coinvolge il pubblico e che deve conquistare grazie ai suoi contenuti, che sono in continua evoluzione.
Con i presupposti del lavoro fatto fino a prima dell’estate, con il riassetto dell’associazione, con le nuove idee ed i progetti per il futuro era necessario che anche il pubblico vedesse finalmente Indipendence con occhi nuovi. Per questo ho optato per un design che mettesse al centro quello c…

CHIAMATECI LA BEFFA

Una band nata nel 2010, che ha all'attivo un primo disco, Divertissement, che ha ottenuto ottime recensioni, ha deciso di fare una scelta controcorrente. Cambiare il proprio nome, da The Hoax a La Beffa.
Una scelta difficile e sentita, non semplice da prendere. Loro lo hanno fatto, ed ora ci spiegheranno perché.
1) Partiamo subito dalla domanda essenziale: da dove nasce la necessità di cambiare il nome della band?

Il problema è sorto da due necessità pratiche: in primo luogo ci siamo resi conto dopo qualche tempo di avere una blues-band omonima in Inghilterra (“The Hoax”) attiva da più di dieci anni, di conseguenza il nostro pubblico ha sempre avuto difficoltà a trovarci in rete. Abbiamo raggiunto il colmo lo scorso novembre, quando Spotify caricò il nostro primo album  sul profilo degli Hoax sbagliati.
L'altro motivo è che si trattava di un nome ostico: è una parola davvero poco comune, si scrive molto diversamente da come si pronuncia, non rimane in testa e non rimanda a nessun…

SUITE SOLAIRE - Conosciamoli

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?
Beh l’aspetto positivo è proprio il fare musica, la valvola di sfogo, la creatività, cercare di arrivare alle persone tramite le tue parole e la tua musica. L’aspetto negativo è sicuramente la difficoltà nel potersi esibire per la scarsità di luoghi adatti e la difficoltà di arrivare alle persone giuste che ti permettano di esibirti.

MARCO BUGATTI - L'incontro

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? L'aspetto positivo per me è la scrittura. La musica mi permette di mandare messaggi molto profondi, sensazioni che non potrei esprimere a semplici parole. L'aspetto negativo è che, alla gente, questo tipo di musica interessa sempre meno. E fare musica costa molto... 


CAPPADONIA - L'intervista

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?La musica ti salva la vita ma può anche volerti morto. Esattamente come una passione amorosa fortissima e definitiva. La musica è Arte, non bisogna dimenticarlo. E l'artista deve dedicarsi totalmente a ciò che crea e vivere sulla sua pelle il significato delle sue opere nel bene e nel male. In ogni passione c'è il lato più bello e profondo di scoperta, piacere e appagamento, come possono essere i successi, i concerti, il divertirsi in tour e l'essere apprezzati. Ma anche il lato più oscuro di mancanza, dolore e paura, fondamentali a volte per creare cose meravigliose. Senza questi 2 aspetti non c'è arte ne' musica.

MARAZZITA

1. Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

Quando suoni pensi di poter fare a meno di tutto perché sei appagato (aspetto positivo). Nella realtà non è esattamente così (aspetto negativo).




LIN FANTE - Il suo punto di vista

1) Un aspetto positivo e uno negativo del fare musica?

Fare musica ti permette di intrappolare i tuoi demoni, e a volte sconfiggerli. Ma di conseguenza ti costringe anche a trascorrere molte notti in loro compagnia.

2) I talent sono spesso criticati ma a tuo giudizio, perché riscuotono tanto successo?

Perché vanno in televisione, uno dei mezzi di spettacolarizzazione del nostro tempo. E poi sembra tutto così facile, veloce, una scorciatoia per il successo. Ma spesso effimero e inconsistente.




LA MUSICA FATTA IN UN MULINO

Non tutti, vedendo un mulino, sono colti da spirito guerriero come Don Quixote.
Peter Gabriel, per esempio, in un mulino ci ha costruito il suo studio di registrazione, il Real World Studio.

Se avete mai messo piede in una sala prove o in uno studio di registrazione, vi sarete trovati a camminare in spazi più o meno angusti, a volte (spesso) posti nel sottosuolo.

Peter Gabriel ha invece preferito realizzare uno studio permanente, in grado di soddisfare pressoché qualsiasi esigenza.



OH OH OH E' SUONATO L'INTERVALLO

Cos'hanno in comune Beethowen, il canto di certi uccellini e la musica pop?
Secondo il musicista Partick Metzger, un intervallo di note che è diventato talmente comune, da essere ormai presente in quasi ogni brano pop.




CHIARA RAGNINI

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica? Non riesco a trovare che aspetti positivi nel potersi esprimere attraverso la musica e l'arte, più in generale: è un atto liberatorio, di onestà e di fiducia, che comporta il mettersi a nudo, a se stessi, per primi, e agli ascoltatori, poi.


BE A BEAR - La sua opinione

Filippo Zironi è orso bolognese, che ha scelto di registrare pillole di musica e realizzare così il primo disco realizzato interamente con un I-Phone.

1) Un aspetto positivo ed uno negativo del fare musica?

L'aspetto forse più bello del fare musica è il poter tirare fuori quello che hai dentro, potersi esprimersi liberamente e godere di quel momento magico della "intuizione musicale", nella fase di composizione. Mentre non trovo aspetti negativi nel fare musica purché la musica sia vera e pura e non "costruita a tavolino o ad hoc".​​